fbpx

MMPI-2 – dalla teoria alla pratica

 

MMPI-2: dalla teoria agli ambiti di applicazione pubblica e forense

Corso di formazione teorico-pratico


PRESENTAZIONE DEL CORSO 

Il Minnesota Multiphasic Personality Inventory-2 (MMPI-2) è un inventario di personalità ad ampio spettro, che traccia profili la cui valenza si esprime peculiarmente dal punto di vista psicopatologico. Ad oggi, nella sua versione aggiornata e adattata in oltre 45 paesi del mondo, il MMPI-2 rappresenta uno dei test psicologici più utilizzati in ambito clinico e non, vantando  il maggior numero di pubblicazioni assieme al test di Rorschach e alle scale di intelligenza Weschler.

Nello specifico, a livello di utilizzo mondiale, il MMPI-2 viene soltanto dopo le scale Wechsler, risultando il reattivo di personalità più utilizzato in assoluto.
Il test consiste in un inventario di 567 frasi (item) di autovalutazione riguardanti un ampio campo di sintomi psichiatrici e di alterazioni comportamentali, a cui il soggetto ha possibilità di risposta dicotomica Vero/Falso.

È a tutt’oggi impiegato come ausilio nelle diagnosi psichiatriche (la diagnosi è sempre clinica), nello screening psicopatologico, per la selezione del personale e per il reclutamento delle forze armate.

Rispetto alla versione del MMPI originale (in uso in Italia fino al 1995), il MMPI-2 presenta molte e interessanti novità:

  • l’utilizzo dei punti T uniformi al posto dei punti T lineari per diverse scale, al fine di rendere più omogeneo il profilo ;
  • molti item riscritti per adeguamenti socio-culturali e 13 cancellati;
  • 5 nuove scale di validità
  • 7 nuove scale supplementari
  • l’introduzione di 15 nuove Scale di Contenuto, con elevata validità di facciata: una vera e propria rivoluzione all’interno del MMPI, in quanto per la prima volta viene abbandonata la strategia esclusivamente ‘empirica’ nella costruzione delle scale. La parte ‘contenutistica’ del MMPI-2 si è poi dotata anche delle cinque PSY-5 e di un adeguamento degli item critici di Koss & Butcher e di Lachar &Wroebel.

DOCENTE

Prof. Carlo Leone

Psicologo e psicoterapeuta, svolge la sua attività di psicologo clinico presso il Policlinico Umberto I – Università Sapienza di Roma. Da quasi trentanni si occupa di assessment della personalità in ambito prevalentemente pubblico, effettuando consulenze e valutazioni sia nel Dipartimento di Psichiatria e Neurologia, dove presta servizio, che nelle altre cliniche della struttura ospedaliera. Nel corso della sua carriera ha visionato all’incirca 9.000 tra MMPI e MMPI-2.

Insegna presso la Scuola di Specializzazione in Psichiatria – Università Sapienza di Roma e per tre anni ha insegnato presso la Scuola di Specializzazione in Valutazione Psicologica e Counseling diretta dal prof. Orsini, della Facoltà di Psicologia, stessa Università. Ha pubblicato lavori su riviste nazionali e internazionali, sul biofeedback e l’assessment della personalità e della sfera cognitiva, riferiti sia all’ambito psichiatrico che a quello di altre patologie mediche.


PROGRAMMA 

MMPI, MMPI-2, MMPI-2-RF (cenni): elementi di continuità e differenze nell’evoluzione del test

Allestimento del setting, modalità e procedure di somministrazione;

Elaborazione del protocollo: dai punteggi grezzi ai punti T

Lo scoring manuale e computerizzato

La struttura del test:

  • Le Scale di Controllo e la “validità” del protocollo
  • Le Scale Cliniche
  • Le Sottoscale di Harris e Lingoes
  • Le Scale Supplementari
  • Le scale di Contenuto e le loro componenti
  • Le PSY-5 (Personality Psychopathology Five: PSY-5 Scales)
  • Gli Item Critici

Principali strategie interpretative: per punte, per codici, per configurazioni. Cenni agli Assi di Diamond.

Costruzione di una relazione psicodiagnostica

Esercitazione su protocolli clinici e non

Il MMPI-2 in ambito pubblico: concetti clinici generali relativi ai porti d’arma/patenti/affidi minorili/dipendenze: gli aspetti prettamente forensi verranno trattati nella parte del corso dedicata all’argomento (2° livello che si terrà nel 2020).

Restituzione e assessment collaborativo-terapeutico


SVOLGIMENTO DEL CORSO (modalità)

Il nostro Corso viene proposto secondo una modalità alternativa rispetto ai normali corsi intensivi, concentrati nei week-end con frequenza mattino-pomeriggio e che, rispetto ad una materia così complessa, rischiano di affaticare inutilmente allievi, questi ultimi esposti a una quantità enorme di informazioni che spesso lasciano tracce piuttosto aleatorie nella memoria.

Questo corso tende ad avere una finalità pratico-clinica, svolgendosi nell’arco di tre mezze giornate e di un sabato mattina/pomeriggio.

Poiché si è rilevato che il coinvolgimento attivo dei discenti comporta una migliore assimilazione della materia in esame, si procederà con queste modalità:

  • all’atto dell’iscrizione (incluso nel prezzo) al discente verrà consegnata una copia del “Manuale per il MMPI-2 nella pratica clinica” scritto dal docente, di cui l’allievo leggerà le pagine 17-117 prima dell’inizio del corso: questo servirà a familiarizzarsi con il linguaggio specifico dello strumento e a portare a un prima conoscenza di tutti gli indicatori del MMPI-2 (Scale Cliniche ecc.).

Eviteremo così l’esposizione monotona di ogni singola scala da parte del docente, che verrà sostituita da un atteggiamento rivelatosi più efficace: nel primo incontro, dopo le osservazioni generali sull’inventario da parte dell’insegnante, si procederà alla descrizione delle singole scale da parte dei partecipanti al corso: ciascuno prenderà la parola per breve tempo e proverà a spiegare agli altri colleghi e al docente stesso cosa ha compreso di uno o due scale o descrittori  studiati in precedenza. Naturalmente il docente integrerà questa esposizione con osservazioni cliniche e tecniche: si lavorerà insieme, dunque. Questa fase non dovrà essere vissuta come un ‘esame’ (anche se  potrebbe comportare una certa ansia da prestazione…) ma come un ‘esercizio di apprendimento’ che faremo tutti insieme.

  • A distanza di alcuni giorni ci si rivedrà un sabato (mattina e pomeriggio), per completare la ripetizione e lo studio dei descrittori rimanenti e provando, in finale, a (de)scrivere dei commenti riguardanti esclusivamente le scale di validità di un profilo clinico portato dal docente.
  • La terza fase si svolgerà a distanza di una decina di giorni e comporterà la lettura anticipata della parte rimanente del libro (parte storica finale non obbligatoria), dove vengono spiegate possibilità interpretative del profilo e dove si trovano le descrizioni di alcuni casi clinici. In questa fase verranno descritti, infatti, alcuni casi clinici e ci si eserciterà nel proporre osservazioni al riguardo. Come verrà spiegato anche durante il corso, è importante che l’allievo proponga delle ipotesi interpretative: meglio proporre delle ipotesi da verificare che non proporre alcuna ipotesi.
  • A distanza di una settimana circa si avrà l’ultimo incontro, riguardante le modalità utilizzo collaborativo-terapeutico del MMPI-2, con la descrizione di altri casi clinici e l’approfondimento dei punti di forza e di debolezza rilevabili all’interno di ogni protocollo, che verranno comunque accennati già in precedenza.

OBIETTIVI

L’allievo sarà messo in grado di:

  • Somministrare il test in qualunque tipologia di setting (clinico, giuridico-peritale, selezione del personale, etc.)
  • Comprendere quali siano i diversi percorsi e le strategie interpretative nella valutazione di un protocollo (interpretazione del punteggio, dei codici, delle configurazioni, ecc.)
  • Apprendere i criteri per la costruzione di una relazione psicodiagnostica
  • Questo percorso sarà inserito all’interno di una modalità di assessment di tipo collaborativo-terapeutico: che abbia, cioè,  finalità cliniche per un intervento di aiuto concreto nei confronti del paziente/cliente, e non resti fermo al solo aspetto psicometrico. Tutto questo al fine di evitare che lo strumento sia considerato solo un pretesto per noiose e scarsamente utili esercitazioni accademiche, sganciate dalla realtà del caso clinico. In ogni caso l’impostazione data al corso comporterà comunque una conoscenza approfondita del MMPI-2, in quanto solo quest’ultima  mette in grado di offrire le maggiori informazioni possibili alla persona in valutazione clinica (oltre all’importanza rivestita per i casi di selezione del personale  o di natura forense).

DESTINATARI

Psicologi e medici


DATE 

1° Incontro: martedì 15 ottobre  (15:30-17:00; 17:15-19:30)

2° Incontro: sabato 19 ottobre (9:00-11:00; 11:15-13:00/14:00-17:00)

3° Incontro: martedì 29 ottobre (15:30-17:00; 17:15-19:30)

4° Incontro: martedì 5 novembre (15:30-17:00; 17:15-19:30) 


SEDE DEL CORSO

Roma Scout Center, Largo dello Scautismo n.1, 00162, Roma


ATTESTATO

Per tutti i partecipanti, al termine del corso di formazione e previa frequenza del 75% delle ore, verrà rilasciato un attestato di partecipazione.


ACCREDITAMENTO

Il corso fornisce 18 crediti E.C.M. 


COSTO DEL CORSO (IN PROMOZIONE FINO AL 31/08/2019)

  • ISCRIZIONE con crediti ECM: 150* anziché € 200
  • Manuale per il MMPI-2 nella pratica clinica: OMAGGIO incluso nel prezzo di iscrizione

*Esente IVA art. 10 comma 20

N.B.: In caso di annullamento del corso la quota versata sarà rimborsata. In caso di mancata partecipazione dell’iscritto per motivi non imputabili a LabAcademy/Laboratorio Apprendimento la quota non potrà essere rimborsata.


PER INFORMAZIONI

  • WhatsApp line 345-09.80.671
  • contattare il numero 06-45.21.49.80 
  • scrivere a info@laboratorioapprendimento.com